Percorsi didattici

La visita al Museo del Cappello di Ghiffa permette di approfondire un aspetto particolare della storia dell’industrializzazione attraverso i materiali che illustrano la produzione di cappelli, i metodi e le tecniche utilizzate presso la fabbrica Panizza per arrivare dal pelo animale al cappello finito. E’ possibile inoltre approfondire la conoscenza di un materiale particolare, il feltro, con cui erano fabbricati i cappelli, e, grazie alle collezioni tematiche di copricapo di diverse epoche ed etnie di cappelli e bambole (etniche e fashion) indagare la storia della moda ed usi e costumi in diversi paesi del Mondo. 

I percorsi didattici offerti dal museo permettono di intraprendere un viaggio attraverso la storia, dall'antica Grecia ai giorni nostri. Seguendo passo dopo passo le tappe dell'evoluzione dei diversi copricapo e della loro fabbricazione. Dalla "preistoria" del cappello, rappresentata dalle tavole dell'Enciclopedia di Diderot e D'Alembert, alle fasi più moderne della sua produzione adottate dall’azienda Panizza. 

Senza dimenticare di fare un salto in Australia, per la materia prima....  

 

 

Il laboratorio-magia della feltrazione

Per questo, tra le varie proposte laboratoriali e ludiche che si possono sperimentare durante la visita in museo, vi è anche quella della feltrazione della lana con procedimento manuale. I piccoli visitatori possono sperimentare come dalla lana attraverso il movimento delle mani e il calore dell’acqua si generi il feltro con cui viene prodotto un piccolo manufatto da portare a casa.

 Credits Kelli Tungay

Credits Kelli Tungay